Dopo l’anteprima al MADE EXPO 2021,
finalmente il Libro + Super Bonus Webinar + Sessione di Domande e Risposte

Marketing per Imprese Edili: il segreto per scoprire dove si nascondono i profitti (e guadagnare sempre)

Marketing per imprese edili: come sarebbe avere la certezza che se investi 1€ nel marketing per la tua impresa edile, ottieni come ritorno sicuro 2€, 5€, 10€, 100€ e più euro?

Sarebbe davvero fantastico. Ma se trovi un’agenzia di marketing che ti promette una cosa simile senza fare prima un’analisi della tua impresa edile o attività in edilizia, ti consiglio di scappare il prima possibile e non investire neanche un centesimo!

Sia chiaro: se già un’agenzia ti parla di “profitti” e non solo di “brand awareness”, creatività e maggiore visibilità, è un buon segno.

Ma fare marketing per le imprese edili senza un’analisi della tua impresa o attività,
è come giocare a mosca cieca in autostrada e pensare di passarla liscia
.

Perché? Perché esiste un “luogo” dove si nascondono i profitti nella tua impresa – e che puoi scoprire a costo zero – ma molte agenzie di marketing continuano a mettersi le mani davanti agli occhi e non vederlo.

In questo articolo, invece, potrai scoprire qual è questo “luogo”, capire come guadagnare e andare sempre a profitto con il marketing per imprese edili e – altra cosa importante – smettere da subito di bruciare soldi nel marketing che non ti porta risultato.

Seguimi e vedrai quanto sarà facile, chiaro e immediato.

Marketing per imprese edili: chi l’ha detto che ti servono più cantieri?

Qualche mese fa, ho fatto una consulenza ad un’impresa del settore edile.

Il titolare si occupa di impianti di termoidraulica e voleva fare un cambiamento importante nella sua professione: invece che fornitore gli impianti, voleva diventare consulente per gli impiantisti.

Un cambiamento, oltre che importante, anche impegnativo. Non è qualcosa che si può fare dall’oggi al domani, ma ci vuole una pianificazione a medio-lungo termine.

Soprattutto, ci vuole la cassa e un bel po’ di liquidità per incassare subito con il lavoro attuale da “fornitore” ed investire poi nel lavoro futuro di “consulente”.

Fissato questo punto, è chiara la prima azione da fare: vendere fino ad arrivare “a tappo”, cioè riempire tutte le ore che l’impresa edile può vendere.

Sembra tutto pronto per iniziare con il marketing. Ma prima, come da Sistema EdilProfit, c’è una cosa da fare.

Marketing per imprese edili: non prendere 1 solo cantiere in più prima di leggere qui

Prova ad indovinare: che cosa ho fatto prima di partire con il marketing?

È semplice: sono andato a guardare i numeri.

Ho chiesto al titolare dell’impresa di mandarmi i dati esatti dei costi e dei ricavi dell’ultimo cantiere fatto.

Sospettavo potesse venire fuori un risultato su cui riflettere, ma quello che ho scoperto è andato oltre le mie aspettative.

Per farla breve, l’ultimo cantiere era in rosso di 10.000€. Un bel disastro!

E per assurdo, immagina che cosa sarebbe successo se un’agenzia di marketing, senza guardare i numeri, avesse fatto bene il suo lavoro portando ancora più cantieri a questa impresa edile.

Ecco perché è fondamentale, per fare marketing per le imprese edili, fare un’analisi dell’impresa – e appunto, dei numeri!

«Ma è ovvio Guido, io i numeri li controllo già. Per i cantieri sono a posto».

E mi fa molto piacere. Perciò immagino che non avrai problemi a rispondermi:

«Qual è il costo orario della tua impresa edile?».

Se rispondere a questa domanda non è proprio una passeggiata, quello che stai per leggere ti sarà estremamente utile.

Ecco dove si nascondono i profitti (o le perdite) nel marketing per le imprese edili

Quello che hai appena visto è un esempio dell’importanza di guardare i numeri prima di fare marketing per le imprese edili.

Come si fa? Parti dal calcolare il costo orario della tua impresa o attività in edilizia.

La formula iniziale è questa:

Costo Orario = Costi Fissi : Monte Ore “vendibili”.

Facendo questo semplice calcolo, potrai vedere da subito gli eventuali limiti, ad esempio delle maestranze.

Puoi vendere tutti i cantieri che vuoi ma, oltre un certo limite, se non hai maestranze da impiegare per consegnare i lavori, non puoi vendere più cantieri!

Dato questo limite, che cosa puoi fare? Ecco la soluzione.

Prendi le ore produttive “vendibili” delle maestranze – aggiungi le ore tue se anche tu vai in cantiere – e le dividi per i costi fissi.

C’è poi un’altra operazione da fare: prendi il margine di contribuzione che hai su un determinato cantiere e dividilo per le ore produttive delle maestranze impegnate in quel cantiere. Il risultato che ottieni è il margine di contribuzione orario.

Margine di Contribuzione Orario  = Margine di Contribuzione : Ore impegnate in cantiere

Ci siamo quasi! Perché a questo punto, l’ultimo calcolo è facile da fare. Anche perché si tratta di un semplice confronto tra Costo Orario di Struttura e Margine di Contribuzione Orario.

In sostanza, possono verificarsi 3 casi:

1- Margine di Contribuzione Orario  > Costi di struttura. Il Margine è maggiore, perciò sei in utile.

2- Margine di Contribuzione Orario  = Margine di Contribuzione. Sono uguali, perciò sei in pareggio.

3- Margine di Contribuzione Orario  < Margine di Contribuzione. Il Margine è inferiore, perciò sei in perdita.

Ma attenzione: non sempre essere in perdita è un “male”. Vediamo il perché.

Perché un cantiere in perdita non è sempre un “male”?

Non è sempre un male perché, su 100 cantieri che un’impresa o un’attività in edilizia fa, quando c’è qualche “lavoretto” da fare (una piccola sistemazione, o un “rubinetto” da cambiare) è facile che si vada in perdita.

Il vero “male”, verosimilmente, è ragionare solo sul ricarico dei prodotti

Se hai un ricarico importante, è facile avere la sensazione che stai facendo profitti. Ma se non calcoli il costo orario di struttura, potresti trovare perdite nascoste che possono davvero mandare in panne la tua impresa o attività.

Al contrario, se invece tieni sempre sott’occhio il costo orario di struttura, potresti trovare “profitti nascosti” sui tuoi cantieri ed arrivare a guadagnare molto di più su ogni singolo cantiere, prima ancora di fare marketing per le imprese edili e aumentare il numero e il valore dei tuoi clienti.

Marketing per le imprese edili, ecco come guadagnare prima di investire 1 solo euro

Ecco quindi il segreto per scoprire dove si “nascondono” i profitti (oppure le perdite) nella tua impresa o attività che opera in edilizia: nei numeri.

Una volta che hai preso il controllo dei numeri, a partire dal costo orario di struttura e dal margine di contribuzione orario, puoi avere la certezza di guadagnare sempre o di sapere in anticipo se sarai in perdita, magari per un “lavoretto” nel quale investirai per ottenere poi lavori più importanti da un cliente.

È così che lavoriamo al marketing per le imprese edili con il Sistema EdilProfit, l’unico specifico per il settore edile con uno storico di oltre 100 aziende supportate negli ultimi 4 anni in tutte le zone d’Italia (isole incluse), sia nelle grandi città che nei piccoli centri urbani.

Se anche tu vuoi costruire il marketing per la tua impresa edile o per la tua attività che opera in edilizia partendo dai numeri che ti fanno guadagnare, già prima di investire 1 solo euro, compila pure il modulo qui sotto per richiedere una sessione strategica.

Ti contatterò entro 24 ore, valuteremo insieme le potenzialità della tua azienda e scopriremo dove si “nascondono” i tuoi profitti.

Guido Alberti

Imprenditore, Consulente, Autore.

Aiuto le imprese e le attività in edilizia ad aumentare i profitti e migliorare l’organizzazione.

Sono autore di A vendere finestre non si guadagna, Più Profitti in Edilizia e Se non ti rispettano non ti pagano.

Sono sicuro che ti interesseranno anche questi articoli

aprire un'impresa edile
vendere edilizia
come far crescere un'impresa edile anche in crisi di liquidità